Agevolazioni 2020 Impresa 4.0

• Bonus R&S Innovazione e Design 2020
• Crediti d’imposta per l’acquisto di beni strumentali e immateriali
• Credito d’imposta per la Formazione 4.0
• Nuova Sabatini
• Patent Box

2020: Anno della Svolta per i Benefici Impresa 4.0

Con la Legge di Bilancio 2020 l’attuale governo ha voluto modificare sostanzialmente l’impianto delle agevolazioni per Industria 4.0. Tale piano, nato per supportare la digitalizzazione delle aziende e incentivare le spese in R&S e Innovazione, ha subito nel corso degli ultimi tre anni delle importanti e continue modifiche, non ultime, appunto, quelle introdotte nel 2020. Al di là delle possibili criticità, in primis la valenza solamente annuale dell’attuale impianto normativo, emergono notevoli possibilità per le aziende che intendono attuare un effettivo percorso di transizione verso un modello di Industria, o preferibilmente Impresa, 4.0. 

Da sottolineare come l’attenzione sia stata posta anche all’innovazione in chiave green: è il momento per tutte le imprese di ripensare ai propri modelli operativi e processi, attuando una effettiva transizione che metta al centro non la semplice digitalizzazione in chiave 4.0, ma la sostenibilità. In tale ottica, la tecnologia diventa non un fine, ma un mezzo attraverso il quale migliorare l’impatto sociale, economico e ambientale della propria azienda.

Investire quindi in attività di R&S, Innovazione, Formazione, diventa più che mai fondamentale per poter rimanere competitivi all’interno dei mutevoli contesti che caratterizzano l’attuale scenario socioeconomico globale.

INPRES, attraverso la sua struttura composta da tecnici e specialisti, è il partner migliore per quelle aziende che vogliono effettivamente avviare un percorso di trasformazione, utilizzando in maniera idonea i vantaggi che le tecnologie offrono, sfruttando in maniera consapevole i vari strumenti agevolativi in essere.

Bonus R&S Innovazione e Design 2020

Ricerca e Sviluppo

Il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 12%, nel limite massimo di 3 milioni di euro per periodo d’imposta.

Innovazione Tecnologica

Il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 6%, nel limite massimo di 1,5 milioni di euro per periodo d’imposta.

Innovazione Digitale 4.0 / Green

Maggiorazione dell’aliquota del credito d’imposta dal 6% al 10% per le attività di innovazione tecnologica che puntano a realizzare processi o prodotti con finalità di innovazione digitale 4.0 oppure ecologiche. Il tetto fissato per questo ulteriore punto del credito d’imposta è di 1,5 milioni di euro.

Design e Ideazione Estetica

Il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 6% nel limite massimo di 1,5 milioni di euro per periodo d’imposta. Tale beneficio è in particolar modo rivolto alle aziende per la concezione e realizzazione di nuovo prodotti e campionari nei settori:

    • Tessile e Moda
    • Calzaturiero
    • Occhialeria
    • Oreficeria
    • Mobile e Arredo
    • Ceramica

Credito d'Imposta per l'Acquisto di Beni Strumentali e Immateriali

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali

il credito d’imposta è pari al 50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 300.000 euro.

Credito d’imposta per gli investimenti in beni 4.0

L’iper ammortamento è sostituito da un credito d’imposta per gli investimenti in beni 4.0, così suddiviso:
Nella misura del 40% del costo di acquisto per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
Nella misura del 20% per la quota di investimenti oltre 2,5 milioni di euro e fino al limite massimo dei costi ammissibili, pari a 10 milioni di euro.

Credito di imposta per l’acquisto di beni immateriali

L’iper ammortamento è sostituito da un credito d’imposta per gli investimenti in beni 4.0, così suddiviso:
Nella misura del 40% del costo di acquisto per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
Nella misura del 20% per la quota di investimenti oltre 2,5 milioni di euro e fino al limite massimo dei costi ammissibili, pari a 10 milioni di euro.

Credito d'Imposta per la Formazione 4.0

Ai fini della fruizione del credito d’imposta assumono rilievo le sole spese relative al personale dipendente impegnato come discente, limitatamente al costo aziendale riferito alle ore o alle giornate di formazione.

Per le piccole imprese

il credito d’imposta è pari al 50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 300.000 euro.

Per le medie imprese

il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 40% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250.000 euro.

Per le grandi imprese

il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 30% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250.000 euro.

Effettua un Check Up per Agevolazioni 2020

Oppure contattaci per avere ulteriori informazioni